Pulizia e manutenzione dell’ombrellone: i nostri consigli

La pulizia dell’ombrellone periodica è un elisir di lunga vita

Pulizia e manutenzione dell'ombrellone: i nostri consigli

Gli ombrelloni sono elementi decorativi di grande impatto estetico: la loro funzione, infatti, non è solo quella di schermare dal sole, ma di essere un vero e proprio manifesto dell’identità del locale. L’arredo esterno di un bar, di un ristorante o di una gelateria, in fondo, è una forma di pubblicità immediata ed efficace! Stando all’aperto, però, è destinato a usurarsi e sporcarsi in fretta, per motivi di varia natura.
Una tovaglia “vissuta” si mette in lavatrice, ma come comportarsi quando i nostri bellissimi ombrelloni appaiono ingrigiti dallo smog, impolverati o magari picchiettati da macchioline di lampante origine organica?

Manutenzione ombrelloni: un trattamento estetico

Polvere, ragnatele e foglie secche piovute dagli alberi che incorniciano il locale: all’elenco possiamo aggiungere insetti, pollini e resine che i raggi di sole stamperanno implacabilmente sul tessuto. Eppure basta poco per prevenire i danni e mantenere giovani gli ombrelloni di design: è sufficiente

  • eliminare, a fine giornata, impurità e residui dalla copertura con un aspiratore (se possibile), uno spazzolone a manico lungo (o telescopico) o una semplice scopa di saggina
  • non chiudere l’ombrellone se alcune componenti sono umide o bagnate.

I tessuti utilizzati, l’acrilico tinto in massa o il poliestere, sono idrorepellenti, oleorepellenti, antimacchia e antimuffa, ma non sono invulnerabili e bisogna averne cura.

Il risultato è gratificante per tutti

Le macchie o le muffe vanno trattate il prima possibile: se sono ostinate si può utilizzare la candeggina diluita o, con attenzione, la trielina.

Per lavare il telo, serve un detersivo neutro da sciogliere in acqua fredda/tiepida e una spazzola da bucato con setole non troppo rigide. L’importante è sciacquare e asciugare accuratamente. Un’alternativa naturale, e consigliata, al detergente liquido è il sapone di Marsiglia, da fare agire qualche minuto prima di strofinare con spugna o spazzola. La struttura in legno, acciaio o alluminio, e tutte le parti metalliche, si lavano con acqua fredda e detergente non aggressivo. Poi devono essere sciacquate e asciugate accuratamente. Se necessario, si può applicare dell’antiruggine e, sul legno, una vernice impregnante.

Mantenere puliti e in ordine gli ombrelloni non è solo una questione di igiene, ma di buon gusto, di eleganza e di rispetto nei confronti dei clienti.

Richiedi informazioni

Informativa Privacy *Letto e compreso

Attività di marketing *do il consensonon do il consenso

I campi contrassegnati con il simbolo (*) sono necessari per inviare il messaggio











Ultime dal blog

Ombrelloni invernali: eclettici, versatili e chic

Esistono degli ombrelloni per tutte le stagioni? Naturalmente, ma solo se dotati degli accessori idonei. Un dehors senza ombrelloni è come un bosco senza alberi; la loro presenza garantisce l’ombra ambita e un benefico sollievo dalla canicola estiva, ma la loro azione non termina qui: per consentire ai clienti di ritrovarsi sotto l’ombrellone anche in […]

Pulizia e manutenzione dell’ombrellone: i nostri consigli

La pulizia dell’ombrellone periodica è un elisir di lunga vita Gli ombrelloni sono elementi decorativi di grande impatto estetico: la loro funzione, infatti, non è solo quella di schermare dal sole, ma di essere un vero e proprio manifesto dell’identità del locale. L’arredo esterno di un bar, di un ristorante o di una gelateria, in […]

Soluzioni per la chiusura laterale degli ombrelloni

Vuoi rendere ancora più accogliente lo spazio esterno del tuo locale? Crea un elegante dehor con le pratiche chiusure laterali per ombrelloni da esterno. Se gestisci un ristorante o un bar che si affaccia sulla piazza della città, sai già che i tuoi clienti amano intrattenersi all’aria aperta e godersi lo scenario che li circonda, […]